“Diary articles are in original italian language”

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

All'ombra dei boschi ai piedi del Mont Emilius

Francesca Fabio Matteo
Venerdì 1 giugno 2012, quinta escursione del programma “
La plaine en pleinair”: “All'ombra dei boschi ai piedi del Mont Émilius".


In seguito a un po' di defezioni causate da problemi di lavoro di alcuni e motivi di salute di altri, ci ritroviamo all'appuntamento in quattro. Due maestri e due partecipanti. Indovinate un po' chi sono i partecipanti?... Ebbene sì! Sempre loro, i nostri instancabili affezzionatissimi amici Francesca e Fabio!
Piccolo briefing per spiegare l'itinerario (obiettivo Grand Pollein e Brissogne) poi si parte in direzione della zona sportiva di Gressan per imbucare la pista ciclabile alla volta del Pont-Suaz.

Essendo in pochi possiamo pedalare in scioltezza e discorrere tranquillamente. Francesca è contenta perché per ora non ci sono salite. Opps... le ultime parole famose, appena dopo i campi da calcio e tennis di Plan Félinaz, abbandoniamo la ciclabile e prendiamo sulla destra una sterrata (in salita!) che punta dritta al villaggio di "Saint Bénin". Raggiungiamo e attravesiamo la strada regionale e continuiamo (sempre in salita!) verso la località "Chénière" dove la strada spiana un po' e conduce in direzione Capoluogo di "Pollein". Qui facciamo una piccola pausa approfittando di una fontana per rifornirci di acqua. Francesca ringrazia.. Fabio fa finta di niente ma suda e ringrazia anche lui... Ultimo strapetto in salita e rggiungiamo l'imbocco di una poderale a mezza costa che con qualche saliscendi ci porta all'imbocco del primo sentiero un po' tecnico. Matteo spiega come affrontarlo per via del fondo leggermente accidentato e poi via! ci tuffiamo in mezzo al fitto fogliame.. Francesa e Fabio mettono a frutto gli insegnamenti (anche quelli delle precedenti escursioni) e raggiungiamo agevolmente la farzione "Moulin".

Ci riposiamo un po' e poi ci prepariamo per affrontare un altro tratto di sentiero che purtroppo per i nostri amici attacca decisamente in salita e con un fondo molto sassoso e sconnesso. Io e Matteo spieghiamo come affrontarlo me è davvero difficile e tocca spingere... Terminato il tratto in salita il sentiero spiana completamente e diventa divertentissimo con tanto di guado di un torrente alimentato da una bellissima cascatella.. Percorriamo tutto il sentiero sino alla fine e ci immettiamo nella poderale che da Grand-Pollein salendo per qualche chilometro porta a Grand-Brissogne. Visto che si è fatto tardi risparmiamo la fatica ai nostri amici e scendiamo all'abitato di Grand Pollein. Usciamo sulla regionale in direzione Brissogne e nei pressi della zona carceri ci immettiamo sualla pista ciclabile per il ritorno.

Si pedala in scioltezza, sulla ciclabile alle otto di sera non c'è nessuno tanto che Matteo ci stupisce pedalando in impennata per quasi 500 mt!.. Ritorniamo al ponte nei pressi della zona sportiva di Gressan, attraversiamo la Dora Baltea, e rientriamo passando tra la piscina comunale e il campo da rugby di Aosta.

L'escursione è finita e la fame si fa sentire, salutiamo Fabio e Francesca e ci diamo appuntamento alla prossima uscita. A proposito, da non mancare! Ci receheremo alla Maison Vigneronne dei fratelli GrosJean di Quart a degustare qualche buon vino DOP.
A presto!!