Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.

Se sei d'accordo, premendo 'Accetto', acconsenti che questi vengano memorizzati sui tuoi dispositivi, altrimenti chiudi la pagina web. Per saperne di piu'

Accetto

Sulla collina di Aosta

Sullo sterrato da Vignole verso Arpuilles Il gruppo pedala verso l'arboreto di Entrebin Ci si addentra nel suggestivo bosco del ru Bourgeoi
Sabato 26 maggio 2012, quarta escursione del programma “
La plaine en pleinair”: “Sulla collina di Aosta”.

Sabato 19 maggio il Giro d’Italia ha fatto tappa nella nostra Regione: la cosa poteva passare inosservata ai bikers del pleinairMTB? Certo che no!
…e così, via! La nostra carovana si è trasferita sulla collina di Aosta con tanto di furgoni, auto, fotografa ufficiale del team e troupe televisiva al seguito…
Il ritrovo è a Champailler, sotto Vignole villaggio sulla collina Aosta, la destinazione della tappa è Gignod passando sul ru Bourgeoi. Il GPM (gran premio della montagna) è posto ad Exenex a quota 1045 m. s.l.m.

Passiamo alla cronaca: partenza in salita, il gruppo si allunga, qualcuno tenta la fuga iniziale mentre qualcun altro si sfila. La fatica inizia a farsi sentire e in cima alla salita nessuno si lamenta quando Pietro, l’operatore della Rai che oggi ci accompagna, chiede di fermarsi per fare due riprese. Alla fine una sosta ogni tanto per il servizio, è un ottimo alibi per rifiatare!

La giornata è fantastica; la prima veramente bella da quando abbiamo iniziato le escursioni e così alternando asfalto a sentieri ci addentriamo nella Comba Freida all’ombra degli alberi che fiancheggiano il ru, su un percorso tranquillo e tecnicamente alla portata. A rendere ancora più solare la giornata è la nutrita presenza della squadra femminile composta da Francesa, Luana, Paola, ed Elisa.

Quando la strada spiana, il gruppo si ricompatta ma al primo cambio di pendenza: ratantatan… la catena di Antonio, atleta della squadra dei partecipanti, si va ad incastrare tra il pignone 34 e la ruota: ma porc****!!! La solidarietà tra ciclisti è unica, ed alcuni componenti della squadra dei maestri si fermano a fare assistenza… problema risolto, si riparte per raggiungere gli altri che nel frattempo sono impegnati nella salita più dura del giro: 50 km. m. al 25-30% di pendenza!!
Gli abitati di Entrebin, Meylan, Les Maisonnettes sfilano via sotto le ruote ed in un attimo si arriva al giro di boa: Gignod. Si torna per un tratto sui propri passi e nei pressi dell’abitato di Les Maisonnettes inizia la salita al GPM. La squadra dei partecipanti ha un altro problema: Luca viene richiamato dall’ammiraglia ed abbandona il giro.

Raggiunta la vetta “le Peloton” prosegue in direzione Parque d'Euntrebeun, (http://www.comune.aosta.it/it/citta-/presente_e_futuro/territorio/arboreto_di_entrebin) dove tra le numerose specie di piante esotiche e autoctone inizia una piacevole discesa su aghi di pino che porta all’ingresso principale del parco.
Ancora un tratto di piano e poi la discesa più tecnica del tour che viene affrontata da Elisa della squadra femminile, da Matteo, Riccardo e Patrik dei maestri e dal veterano dei partecipanti Fabio che per questo giro ha usato il muletto a causa di problemi meccanici al suo mezzo.
Striscione dell’ultimo km, inizia la volata in discesa verso il traguardo, che dopo due ore e mezza di pedalata, sembra essere per tutti un abbondante piatto di pasta…..

Classifica:
Maglia rosa…. ovviamente alla squadra delle ragazze:
Maglia rossa…classifica a punti a Fabio per i punti raccolti nelle varie uscite;
Maglia bianca… classifica dei giovani a Luca e Antonio, che sono alla loro prima uscita col gruppo;
Maglia azzurra …del GPM a Pietro che dovendo anticipare il gruppo per le riprese si è sparato una serie di ripetute degne di un professionista;
Maglia nera… ai maestri, ma solo per i colori della divisa.

Per le interviste al caldo sul TG3 regionale:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ca5a7bf6-511b-42c4-8212-ab5c92c60389-tgr.html#p=0

il servizio inizia al 13° minuto di trasmissione...

Ciao ragazzi, arrivederci alla prossima divertente escursione!