Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.

Se sei d'accordo, premendo 'Accetto', acconsenti che questi vengano memorizzati sui tuoi dispositivi, altrimenti chiudi la pagina web. Per saperne di piu'

Accetto

Pedalata al cospetto del Cervino - Torgnon diga di Cignana

 

 

 

 

 

 

 Caratteristiche dell’escursione

Una gita semplice, un ‘escursione alla portata di tutti che si snoda lungo le strade sterrate attraversando i pascoli dove è viva la cultura alpestre della nostra regione. E’ possibile adattare la gita anche alle esigenze di chi non è particolarmente allenato, in quanto l’itinerario di andata viene percorso in senso inverso al ritorno, dunque, quando si è stanchi, ci si può fermare e rilassare per poi fare rientro in tutta calma.

La località di partenza è l’area pic-nic di Plan Prorion, appena sopra il paese di Torgnon in Valtournenche. In quest'area, immersa nei boschi di abete rosso e larice, è possibile sostare e riposare al termine della gita.

In mezzo al bosco


Il percorso inizia con una brevissima salita che ci porta all’inizio della strada sterrata pianeggiante da dove è possibile ammirare il paesaggio che la Valtournenche ci regala. Proseguendo si attraversano numerosi pascoli dove le mandrie di mucche vivono durante l’estate, così da regalarci uno dei prodotti tipici valdostani più conosciuti ed apprezzati: la Fontina. Dopo alcuni chilometri di tranquilla pedalata si raggiunge il Sito naturalistico di Importanza Comunitaria Lodetor (vedi la sezione informazioni). Successivamente si prosegue in salita per raggiungere la chiesetta di Gilliarey. A questo punto, il panorama verso il Cervino ci ripagherà della fatica e sembrerà di poterlo toccare con un dito!

Per i più ‘in forma’ la gita continua con una discesa rigenerante utile per affrontare l’ultimo ‘strappo’ verso la diga di Cignana, dove termina l’itinerario di andata. Poi il ritorno...

Dati tecnici riassuntivi del percorso

• Tipo di gita: relax in mezzo alla natura
• Target: adulti e famiglie
• Territorio: di media montaga - facilmente accessibile
• Difficoltà tecnica: TC
• Impegno fisico: basso
• Trasferimenti: non previsti
• Ciclabilità: 100%
• Periodo di validità: maggio-ottobre (in funzione dell’assenza di neve)
• Durata dell’escursione: Prorion - Gilliarey (3/4 ore)  /  Gilliarey - Diga di Cignana (1/2 ore) - poi il ritorno
• Distanza
• Quota di partenza: 1750 mt
• Quota minima: 1750 mt
• Quota massima: 2190 mt
• Dislivello positivo: Prorion - Gilliarey 400 mt circa  /  Gilliarey - Diga di Cignana 200 mt circa

Località di partenza e rientro

Il luogo di partenza e di rientro è in località Prorion (area pic-nic) - Torgnon

Attrezzatura

Bicicletta idonea al mountain bike e perfettamente funzionante (si raccomanda di controllarla prima della gita); casco (obbligatorio), abbigliamento idoneo al mountain bike (si raccomanda, in particolare, l’utilizzo di occhiali da sole con protezione UV e guanti), zaino per abbigliamento supplementare (maglie, giacca antipioggia/vento, ecc.), per le bevande (non alcoliche) e per i generi alimentari (pranzo al sacco). Non dimenticate la crema solare. In ogni caso, l'abbigliamento dovrà essere adeguato alla quota che si raggiunge, considerando che il tempo in montagna può cambiare anche velocemente e la temperatura avvicinarsi facilmente a zero gradi. 

Si raccomanda di portare una camera d’aria di riserva, da utilizzare in caso di foratura, e una falsa maglia per la catena, da utilizzare in caso di guasto ed altri ulteriori ricambi adatti alla vostra bicicletta.

Per ulteriori informazioni potete contattarci . In ogni caso potrete avere i nostri consigli per preparare al meglio l'escursione in funzione del periodo e delle previsioni meteo. 

Qualche notizia in più...

Diga di Cignana

Lago di CignanaLa diga è stata costruita nel periodo tra il 1925 ed il 1928 ed è formata da due parti distinte, la prima parte del muro di contenimento è in calcestruzzo ed ha un'altezza di 58 metri e uno spessore alla base di 40. La parte superiore, in muratura di pietrame ha lo stesso spessore alla base ma è alta solo 24 metri.
Il lago contiene circa 16 milioni di metri cubi d'acqua che è all'incirca la quantità di acqua potabile utilizzata in un anno in tutta la Valle d'Aosta.
Un tempo la diga di Cignana era dotata di un sistema caratterizzato da un carrello tirato da cavi che correva su rotaie a fianco della condotta forzata. Successivamente venne sostituito da una funivia ed infine venne realizzato un tunnel sotterraneo che collega la località di Maen a Cignana e nel quale passano le condotte forzate.

Sito di Importanza Comunitaria Lodetor

I mesi di Luglio ed Agosto, quando la fioritura è al massimo, sono i migliori per la visita del sito, ma anche in altri periodi come l'autunno, si possono apprezzare i colori della natura.
Il sito è costituito da una piana erbosa allagata e attraversata da numerosi ruscelli e dal torrente Petit Monde. Lo Stagno di Lodetor è situato nel vallone di Chavacour a circa 1900 metri di quota. La presenza di alcuni habitat umidi di torbiera, le sorgenti calcaree, il bosco di Larice, le praterie subalpine e gli ambienti rupestri lo rendono particolarmente importante dal punto di vista scientifico ed interessante per i visitatori.